Radiesse Volume Advantage Lidocaina - 1 siringa da 1,5 ml Schermo intero - 120,00 €

Radiesse Volume Advantage Lidocaina - 1 siringa da 1,5 ml

Radiesse (Merz Aesthetics) Vedi tutti
Ogni confezione vale 145 punti fedeltà.
limitata
Ordina entro 14 ore e 16 minuti, per ricevere Giovedì 22

Radiesse

VOLUME ADVANTAGE

Radiesse impianto iniettabile è un prodotto impiantabile in profondità e sotto derma sterilizzato a vapore, privo di lattice, apirogeno, semisolido e coesivo, completamente biodegradabile. Il componente principale è l’idrossilapatite di calcio sintetica, un biomateriale utilizzato da oltre venti anni in ortopedia, neurochirurgia, odontoiatria, otorinolaringoiatria ed oftalmologia. L’idrossilapatite di calcio è il costituente minerale primario delle ossa e dei denti. La natura semisolida dell'impianto deriva dalla sospensione dell’idrossilapatite di calcio in un vettore gel costituito principalmente da acqua (acqua sterile USP per preparati iniettabili) e glicerina (USP). La struttura del gel dipende dall’aggiunta di una piccola quantità di carbossimetilcellulosa di sodio (USP). Il gel viene disperso in vivo e sostituito dalla ricrescita di tessuto molle, mentre l’idrossilapatite di calcio rimane nel sito di iniezione. Il risultato è una ricostruzione e un aumento di lunga durata, anche se non permanente.
Radiesse impianto iniettabile è classificato come Dispositivo Medico di Classe III. La dimensione delle particelle di Radiesse impianto iniettabile 1,5 cc, 0,8cc, e 0,3cc varia da 25 a 45 micron; il preparato può essere iniettato con un ago di 27 gauge (o di diametro maggiore) con connettore Luer standard. L'impiego di aghi inferiori a 27 gauge può aumentare l'incidenza di occlusione dell’ago.
Indicato per la chirurgia plastica e ricostruttiva, incluso l’aumento del tessuto dermico profondo e sub-dermico molle della regione facciale.

Controindicazioni
- Controindicato in presenza di infiammazione acuta e/o cronica oppure di infezione, nel caso in cui queste interessino l’area da sottoporre a trattamento.
- Controindicato in pazienti con ipersensibilità accertata nei confronti di uno qualsiasi dei componenti.
- Controindicato in pazienti con predisposizione allo sviluppo di infiammazioni cutanee, oppure in pazienti con tendenza allo sviluppo di cicatrici ipertropiche.
- Non impiantare nell'epidermide né utilizzare in sostituzione della cute. L’impianto nell'epidermide o nel derma superficiale può provocare complicanze come formazione di fistole, infezioni, estrusioni, formazione di noduli e indurimento.
- Non deve essere utilizzato per la correzione di pieghe glabellari. Alle iniezioni glabellari è stata associata una maggiore incidenza di necrosi localizzata. Complicanze associate ad altri prodotti iniettabili indicano che l'iniezione forzata nei vasi dermici superficiali dell'are gabellare potrebbe provocare un movimento retrogrado nelle arterie retiniche con conseguente occlusione vascolare.
- Controindicato in presenza di corpi estranei, come silicone liquido o altri materiali particellari.
- Non deve essere impiegato in zone dove ci sia un'inadeguata copertura di tessuto sano e ben vascolarizzato.
- Non deve essere impiegato in pazienti con disordini sistemici che possano provocare difficoltà di cicatrizzazione delle ferite o portare al deterioramento del tessuto sopra l'impianto.

Avvertenze
- L'impianto non deve essere iniettato nei vasi sanguigni. L’iniezione in vasi sanguigni può provocare aggregazione piastrinica, occlusione vascolare, infarto, fenomeni embolici o emolisi.
- Non deve essere iniettato in organi o altre strutture che possono essere danneggiate da impianti ingombranti.
- Non deve essere impiantato in pazienti trattati con aspirina o con altri farmaci che potrebbero inibire il processo di cicatrizzazione.
- Non deve essere impiantato in tessuti infetti o potenzialmente infetti o in cavità aperte, perché ciò può provocare infezione o estrusione. Un'infezione significativa può provocare danni o perdita della cute sovrastante l'impianto. Ematomi o seromi possono richiedere drenaggio chirurgico.
- Nell'eventualità di una ipersensibilità o reazione allergica può subentrare una significativa infiammazione o infezione tali da imporre la rimozione dell'impianto.
- Alcuni impianti iniettabili sono stati associati con l’indurimento dei tessuti nel sito di iniezione, con la migrazione di particelle dal sito di iniezione verso altre parti del corpo e/o reazioni allergiche o autoimmuni. Sulla base dell'utilizzo clinico, degli studi su animali e della letteratura scientifica, tali effetti collaterali non sono stati osservati né sono da attendersi con Radiesse impianto iniettabile.
- Come per qualsiasi materiale impiantabile possono verificarsi reazioni avversi comprendenti, ma l'elenco non è esaustivo, quanto segue: infiammazione, infezione, formazione di fistole, estrusione, ematomi, seromi, formazione di indurimenti, inadeguata cicatrizzazione, decolorazione cutanea e aumento di volume inadeguato o eccessivo.
- La sicurezza e l'efficacia nelle donne in stato di gravidanza o che allattano al seno non sono state accertate.
- La sicurezza e l'efficacia di Radiesse impianto iniettabile non sono state accertate nell'impiego sulla mucosa labiale.
Non usare se la confezione e/o la siringa sono danneggiate, oppure se il cappuccio terminale o lo stantuffo della siringa non sono integri.
Il contenuto della siringa deve essere usato su un singolo paziente, per un solo trattamento e non può essere risterilizzato. Il riutilizzo può compromettere le proprietà funzionali del dispositivo e/o provocarne il guasto. Detto riutilizzo può anche creare rischio di contaminazione del dispositivo e/o provocare infezione nel paziente o infezione incrociata, inclusa, in modo non limitativo, la trasmissione di malattie infettive o di sangue da paziente a paziente. Tutto questo, a sua volta, può portare a rischio di lesioni, malattie o morte del paziente.

Precauzioni d'uso
- Per facilitare l’iniezione percutanea Radiesse lmpianto iniettabile deve essere applicato su tessuto molle. Il tessuto cicatriziale o il tessuto gravemente compromesso potrebbero non accettare bene il trattamento.
- Nel sito di iniezione può verificarsi un'infezione tale da richiedere idoneo trattamento. Se l'infezione non può essere debellata potrebbe essere necessario rimuovere l'impianto.
- Nel sito di iniezione possono verificarsi reazioni correlata all'iniezione come eritema, tumefazione, dolore, prurito, decolorazione o sensibilità. Questi fenomeni si risolvono di solito spontaneamente entro uno o due giorni dopo l'iniezione.
- Possono formarsi noduli che richiedono un trattamento medico o la rimozione.
- Può verificarsi un'irregolarità dell'impianto tale da richiedere una correzione per via chirurgica. - Non eccedere la dose di iniezione per l’area da trattare. In casi estremi può verificarsi la rottura del sito. Radiesse impianto iniettabile può essere facilmente aggiunta con iniezioni successive, ma non può essere rimosso altrettanto facilmente.
- La procedura per l'iniezione di Radiesse impianto iniettabile, come le procedure per iniezioni analoghe, comporta dei rischi, lievi ma reali, di infezione e/o sanguinamento. Il paziente può provare un lieve dolore durante e dopo la procedura. Per tale motivo per questo trattamento devono essere prese in considerazione tecniche anestetiche. Per prevenire possibili infezioni, rispettare le normali precauzioni associate alle procedure per le iniezioni percutanee.
- Non risterilizzare. E' fornito in una bustina sigillata sterile e apirogena, e deve essere utilizzato su un singolo paziente e per un solo trattamento. Esaminare attentamente il rivestimento in alluminio della confezione per verificare che né questa, né la siringa abbiano subito danni durante la spedizione. Non usare se il rivestimento in alluminio o la siringa sono danneggiati. Non usare se il cappuccio terminale della siringa o lo stantuffo della siringa non si trovano al loro posto. Normalmente, per ragioni di sterilizzazione, nella bustina è presente una piccola percentuale di umidità; questo non rappresenta un difetto del prodotto.

Individuazione del trattamento
Prima del trattamento occorre valutare se il paziente è idoneo al trattamento e se ha bisogno di terapia antalgica. L'esito del trattamento varia da paziente a paziente. In alcuni casi possono rendersi necessari trattamenti supplementari a seconda del difetto e delle esigenze del paziente. È possibile effettuare ulteriori iniezioni, ma solo dopo aver lasciato trascorrere un periodo di tempo sufficiente per la corretta valutazione del paziente. Il paziente non deve ricevere altre iniezioni prima di sette giorni dal trattamento precedente.

Istruzioni per l'uso
Per la procedura di iniezione percutanea sono necessari:
- Siringa/e per Radiesse impianto iniettabile {Fornita/e separatamente}
- Ago/i da iniezione di dimensioni adeguate con un raccordi Luer lock standard {Non fornito} Per l'ago è preferibile una dimensione di 25-27 ga, da ½-1½ pollici. L'impiego di aghi di diametro inferiore a 27 gauge può accrescere l'incidenza di occlusione dell’ago.
1) Preparare il paziente per l’iniezione percutanea usando i metodi standard. Il sito di iniezione deve essere contrassegnato con un marker chirurgico e preparato con idoneo antisettico. L’uso di anestesia locale o topica nel sito di iniezione deve essere lasciato alla discrezione del medico. Dopo avere anestetizzato il sito, applicare ghiaccio alla zona per ridurre il gonfiore/distensione locale.
2) Preparare le siringhe e l'ago/gli aghi da iniezione prima dell'iniezione percutanea. È possibile usare un ago nuovo per ogni siringa, oppure lo stesso ago applicato di volta in volta su una nuova siringa per il trattamento sullo stesso paziente. Rimuovere la bustina dalla confezione. La bustina può essere aperta e la siringa appoggiata sul campo sterile, se necessario. Normalmente, per ragioni di sterilizzazione, nella bustina è presente una piccola percentuale di umidità; questo non Prima di applicare l’ago, rimuovere il cappuccio dall'estremità distale della siringa Luer. La siringa, quindi, può essere applicata sul raccordo Luer lock dell’ago con un movimento rotatorio. L'ago deve essere stretto saldamente alla siringa e adescato con Radiesse impianto iniettabile. Se la superficie dei raccordi Luer lock è ricoperta da una quantità eccessiva impianto, si dovrà provvedere alla sua rimozione con una garza sterile. Spingere lentamente lo stantuffo della siringa fino a che il materiale di impianto inizia ad uscire dall’estremità dell’ago. In caso di perdita dal raccordo Luer, può essere necessario rimuovere l’ago e pulire la superficie del raccordo Luer o,in casi estremi sostituire sia la siringa che l'ago.
3) Localizzare il sito iniziale per l’impianto. L’iniezione su tessuto cicatriziale o cartilagineo può risultare difficile o impossibile. Evitare, se possibile, di far passare l'ago attraverso questi tipi di tessuti.
NOTA: non iniettare il preparato all'interno di vasi sanguigni.
4) La profondità dell’iniezione e la quantità di preparato iniettata variano in funzione del sito e dell’entità della ricostruzione o dell’aumento. Radiesse impianto iniettabile deve essere iniettato a una profondità sufficiente per prevenire la formazione di noduli sulla superficie della cute o l’ischemia del tessuto soprastante.
5) NON CORREGGERE ECCESSIVAMENTE IL SITO DI INIEZIONE. Usare un fattore di correzione 1:1. Durante l’iniezione, plasmare o massaggiare periodicamente l'impianto iniettato, per mantenere liscio il contorno dell’impianto.
6) Se lo stantuffo della siringa oppone una resistenza significativa, spostare l’ago leggermente per facilitare l’ applicazione del materiale. Nel caso in cui vi sia ancora resistenza, può essere necessario estrarre completamente l’ago dal sito di iniezione e provare di nuovo in un'altra posizione. Se la resistenza persiste in modo significativo, si dovrà ricorrere ad un ago diverso. Se l’esito è negativo anche in questo caso, sostituire la siringa e l’ago per iniezione.
7) Fare avanzare l’ago in profondità nel derma fino alla posizione di inizio. [Consultare le istruzioni aggiuntive, più avanti, per l'aumento di aree facciali specifiche]. Spingere delicatamente lo stantuffo della siringa per cominciare l’ iniezione e iniettare lentamente il preparato ritraendo leggermente l’ago. Applicare una striscia di materiale nel punto desiderato. Applicare ulteriori strisce di materiale, fino al raggiungimento del livello di aumento desiderato.

Aumento di guance,mentoO, faccia o angolo della bocca
1) Inserire l’ago con la parte smussata verso il basso, con un’inclinazione di circa 30° rispetto alla cute. L’ago deve penetrare in profondità nel derma fino al punto in cui si desidera cominciare l’iniezione. Questo deve essere facilmente palpabile con la mano non dominante.
2) Esercitare una pressione lenta ed uniforme sullo stantuffo della siringa, durante la ritrazione dell’ago, per iniettare l’impianto, lasciando una singola striscia o filamento sottile di materiale di impianto. Il filamento del materiale di impianto deve essere completamente circondato dal tessuto molle, senza lasciare depositi globulari.
3) I filamenti individuali del materiale di impianto devono essere disposti parallelamente e adiacenti l’uno all’altro, sovrapposti in caso di correzione di pieghe più profonde. Facoltativamente, i filamenti possono essere posti su strati incrociati e su un piano più profondo, in modo da fornire un supporto strutturale.
4) Dopo l’iniezione, usare l'indice e il pollice per lisciare l’area e migliorare la distribuzione dell’impianto in caso di piccoli accumuli nodulari di materiale.
5) L’iniezione può essere eseguita nel tessuto sottocutaneo o muscolare, ma non adiacente a ossa e nell'epidermide.

Informazione del paziente
Il paziente deve essere informato riguardo alle corrette cure post-procedurali, che possono comprendere i punti seguenti, allo scopo di favorire la normale guarigione ed evitare complicanze.
Applicare ghiaccio o compresse fredde sul sito di iniezione per circa 24 ore.
Evitare il sole, l'abbronzatura con lampade a raggi UVA, la sauna e trattamenti facciali intensi dopo l'operazione.
Massaggiare l’area se si avverte la presenza di noduli.
Favorire il riposo facciale per una settimana chiedendo al paziente di limitarsi nel parlare, nel sorridere o nel ridere.
Informare il paziente circa la normalità di reazioni postoperatorie quali l'edema e l'intorpidimento. L’edema scompare generalmente in 7-10 giorni, ma può persistere per parecchie settimane. L'intorpidimento scompare generalmente nell’arco di 4-6 settimane.
Prescrivere al paziente analgesici orali, istruendolo sulle modalità per risciacquare la bocca con soluzione salina 4-6 volte al giorno per una settimana successivamente all’operazione.

Conservazione
Radiesse impianto iniettabile deve essere conservato nella confezione ad una temperatura ambiente controllata compresa tra 15°C e 32°C (59° F e 90° F).
Non utilizzare dopo la data di scadenza.
La data di scadenza è stampata sulle etichette del prodotto.

Formato
Siringa preriempita da 1,5cc o da 0,8cc.

    PAYPAL
    Con la tua carta di credito (anche prepagata) o con il tuo conto Paypal

    BONIFICO BANCARIO
    Direttamente dalla tua banca

    CONTRASSEGNO
    Paga i prodotti alla consegna (costo: 3,00€)

    SPEDIZIONE GRATUITA
    Con un ordine minimo di 59€

    Per ordini inferiori a 59€
    5,90€

    La consena è prevista entro 24/48 ore (esclusi sabato e festivi).

    Per utleriori informazioni vedi le Condizioni di vendita

giovanni a
2016-06-03

Stupendo ottimo

Voto 
Fabio O
2016-05-03

molto efficace

Voto 
Roberta s
2016-04-01

operatore dipendente

Voto 
Gori kapnilova
2015-07-30

molto efficace e durevole nel tempo.nessun effetto collaterale,lo consiglio,molto meglio del acido ialuronico

Voto 

Scrivi il tuo commento

Radiesse Volume Advantage Lidocaina - 1 siringa da 1,5 ml

Radiesse Volume Advantage Lidocaina - 1 siringa da 1,5 ml

Indicato per la chirurgia plastica e ricostruttiva, incluso l’aumento del tessuto dermico profondo e sub-dermico molle della regione facciale.

Scrivi il tuo commento

Prezzo: 145,00 €

Listino: 265,00 €

Risparmi: 120,00 €

Spedizione gratuita

Aggiungi alla lista dei desideri