0444.1497025Ordini telefonici e informazioni

Swipe to the right

Tutto sulla biorivitalizzazione viso

Tutto sulla biorivitalizzazione viso
By Carla Adorno 27/03/2020

La biorivitalizzazione viso

La biorivitalizzazione è una tecnica non invasiva di medicina estetica che attraverso microscopiche iniezioni sul derma di molecole bio-stimolanti dona un aspetto più fresco, luminoso, giovane e levigato.

Le sostanze utilizzate per questa tecnica sono preparati a base di acido ialuronico (che come ricordiamo sempre è già naturalmente presente nella nostra pelle) con aminoacidi, vitamine e peptidi biomimetici.

Il trattamento biorivitalizzante ha una triplice funzione:

-una azione ristrutturante che è il fulcro del trattamento data dal ricambio cellulare dovuta alla stimolazione della produzione del collagene e dell'elastina;
-una azione idratante data dal richiamo dell'acqua nei tessuti;
-un effetto anti-ossidante.

Per via della sua primaria funzione la biorivitalizzazione del viso prende anche il nome di biostimolazione: la modulazione dell’attività dei fibroblasti del derma porta a una maggior produzione di componenti strutturali della matrice tra cui il collagene, proteina principale della matrice extracellulare, dell’acido ialuronico e dell’elastina portando a un miglioramento delle proprietà non solo estetiche ma anche funzionali e strutturali della cute.
L’azione dell’ago nella rivitalizzazione viso provoca delle microscopiche lesioni che contribuiscono a far sì che il derma attivi fisiologicamente il processo di riparazione portando anch’esso alla produzione di componenti della matrice del derma.

La migliore funzionalità a livello del derma dona un ringiovanimento del viso portando ad una maggiore compattezza e turgore della pelle, una migliore trama, una rinata luminosità oltre che ovviamente un appiattimento delle rughe ed una migliore idratazione del derma; tutto ciò è portato da una ritrovata vitalità cutanea data da una aumentata vascolarizzazione del derma che permette una migliore diffusione dei nutrienti.

Punture di vitamine per viso e non solo

I preparati contenuti nelle siringhe preriempite per effettuare biostimolazione del viso non presentano particolari problemi perché contengono sostanze che sono già naturalmente presenti nell’organismo.

Nel mix che viene iniettato, oltre al quasi sempre presente acido ialuronico, vi sono anche vari tipi di vitamine che presentano una funzione specifica:

  • La vitamina C è utile per pelle luminosa e consistente in quanto ha effetto rimpolpante, liftante e antirughe, in quanto aiuta alla sintesi del collagene e nel contrastare la degradazione di esso da parte di specifici enzimi;
  • La vitamina E e A hanno azione antiossidante perché combattono i radicali liberi;
  • Le vitamine B12, B3, B5, B6 svolgono una funzione di riequilibrio della pelle.

Risulta chiaro quanto le iniezioni di vitamine al viso diano sinergia agli altri componenti per ottenere un trattamento antiage e aiutino a tonificare derma, spianare rughe e contrastare le occhiaie.

Le iniezioni per la biorivitalizzazione del viso che effetti portano?

Se andiamo a vedere i risultati della biorivitalizzazione prima e dopo il trattamento possiamo notare:


  • un incremento della efficienza del derma sia dal punto di vista della funzionalità dei cheratinociti che della vascolarizzazione che porta ad un aumento delle sostanze fondamentali della matrice;
  • una maggiore e migliore idratazione del derma;
  • uno spianamento delle rughe, dato da un derma più tonico e con uno spessore maggiore;un miglioramento della barriera lipidica cutanea.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali della biorivitalizzazione essi sono minimi: si tratta per lo più di microtraumi che si possono avere dalle microiniezioni del trattamento che possono portare ad avere dei lievi arrossamenti e dei piccoli lividi che sparirebbero comunque in pochi giorni; non è comunque consigliato il trattamento a persone in gravidanza, con herpes conclamati, malattie reumatiche o che presentino intolleranze ai componenti delle siringhe preriempite.

Biorivitalizzazione viso senza aghi

Se si è alla ricerca di un trattamento non invasivo senza aghi né dolore questa tecnica permette di di ottenere una rivitalizzazione del viso senza effettuare iniezioni: viene sfruttata l’azione sinergica dell’Acido Tricloroacetico e dell’Acido Cogico modulato con perossido di idrogeno.

L'acido tricloroacetico stimola i fibroblasti a produrre collagene, l'acido cogico contenuto agisce prevenendo le pigmentazioni post-infiammatorie e il perossido di idrogeno a bassa concentrazione neutralizza l’effetto esfoliante del TCA permettendo di non dare irritazione in superficie ma al massimo solo una lieve desquamazione. Il prodotto più conosciuto di questa categoria è il PRX-T33.

Biorivitalizzazione viso: opinioni in merito e differenze con i filler

Il grande pregio della biorivitalizzazione è il non essere invasivo, il lavorare a supporto della pelle non solo dal punto di vista della bellezza ottenuta ma soprattutto del ritrovato benessere della funzionalità.
Le principali differenze della biorivitalizzazione con i filler sono:
-la presenza di acido ialuronico non reticolato che permette una maggiore diffusione di tale sostanza nel derma;
-una azione volta più che alla creazione dei volumi o al riempimento delle rughe al benessere del derma e al suo ripristino della corretta funzionalità.
Tra le opinioni sulla biorivitalizzazione del viso quella che spicca è la altissima tollerabilità del trattamento.

Biorivitalizzazione costi e protocollo di utilizzo

Sul sito Happyfarma si può vedere nella sezione dedicata ai biorivitalizzanti che i prezzi variano in base al tipo di trattamento scelto e alla quantità di fiale contenute

Per far fronte all’invecchiamento cutaneo il protocollo di biostimolazione prevede trattamenti periodici, solitamente 3-4 cicli con distanza mensile ogni sei mesi, così da fronteggiare la comparsa dei segni dell’invecchiamento.
Per preparare la pelle al trattamento la cosa migliore è effettuare 3 fasi preparatorie:

Soprattutto il peeling permette di avere una pelle preparata al trattamento ed ottenere una maggiore efficacia.

Pubblicato in: Salute e Benessere